"Non so bene perché, ma c'è qualcosa nell'orso che induce ad amarlo"
J. O. Curwood

domenica 13 agosto 2017

Abbattuta in Trentino l'orsa KJ2


Quasi in risposta al nostro ultimo articolo sulla necessità di convivere con l’orso, è appena giunta la triste notizia dell’abbattimento, per mano di pubblici ufficiali, dell’orsa KJ2, in esecuzione dell’ordinanza del presidente della provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, dopo che era stata verificata la pericolosità dell’animale, ritenuto responsabile di due attacchi a persone, l'ultimo ai danni di un pensionato che, secondo alcune fonti, avrebbe provocato la reazione dell'animale colpendolo con un bastone.

L’intervento di “rimozione” è previsto dal Protocollo orsi problematici della provincia autonoma di Trento, secondo un approccio gestionale incentrato più sulla conservazione della popolazione che su quella del singolo individuo.
Ci poniamo la domanda: quale orso sfuggirà alla rimozione se il livello di tolleranza e di accettazione della specie da parte della popolazione locale è così basso da aver portato nel solo 2016 al ritrovamento di 3 orsi morti per cause riconducibili alla mano dell’uomo?

Nessun commento: