"Non so bene perché, ma c'è qualcosa nell'orso che induce ad amarlo"
J. O. Curwood

giovedì 25 giugno 2009

Mostra: "L'orso immaginato dai bambini"

Quando da bambini ci leggevano la favola di cappuccetto rosso o di riccioli d'oro, moltissimi di voi avranno immaginato quegli animali molto simili all'uomo, con relativi vizi e virtù: il lupi diventano cattivi e subdoli e gli orsi gelosi dei loro oggetti e cattivi con le bimbe bionde. Quando si cresce poi la voce narrante delle favole di ieri viene sostituita da quella dei cronisti che ci raccontano che i lupi sbranano pecore e gli orsi si aggirano famelici per i nostri boschi. Mi chiedo quindi dove sia la differenza. La differenza non sta tanto nella storia raccontata quanto nella mente di chi la ascolta.
Da bambini l'innocenza ci porta a credere a tutto e nelle piccole menti il lupo e l'orso per quanto possano essere esseri fantastici diventano reali e spesso anche se descritti con toni negativi vengono presi in simpatia. Da adulti no. L'orso nella maggior parte dei casi diventa un pericolo, il lupo un avversario.
Per tutti coloro che vogliono (o dovrebbero) tornare a vedere con gli occhi di un bambino consiglio vivamente la mostra "L'orso immaginato dai bambini" organizzata da Chiara Crotti, ricercatrice dell'Università di Pavia. La mostra raccoglie una serie di disegni dei bambini delle scuole primarie di Cusio, Santa Brigida, Valtorta e Piazza Brembana. I novelli Picasso hanno messo su carta la loro idea di tutela e di amore per questi animali e soprattutto col protagonista indiscusso delle cronache del bergamasco: JJ5.

I nostri piccoli artisti vi aspettano il 4 luglio alle ore 10.00 nella biblioteca di Piazza Brembana per l'apertura della mostra. Tutti i visitatori potranno votare il disegno più bello sul tema "La tutela dell'orso". Le opere rimarranno esposte fino al 12 luglio con i seguenti orari
  • Lunedì, Martedì, Mercoledì e Giovedì dalle 17 alle 19
  • Venerdì, Sabato e Domenica dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19.

2 commenti:

Drachetto ha detto...

C'e' molta verità in quello che hai scritto: l'orso (e non mi spiegherò mai il motivo) viene sempre dipinto come grosso e cattivo... e alla fine, a forza di sentirlo, uno ci crede (provato sulla mia pelle, sentendo parole di amici e conoscenti). Spero che adesso in futuro l'orso possa essere dipinto come un animale tranquillo, intelligente e curioso. Sopratutto per i bambini che saranno gli uomini di domani, e starà a loro proteggerlo e tutelarlo. Per questo vorrei TANTO che si cambiasse, finalmente, la visione di questo splendido animale.

Mascetti ha detto...

Ho appena letto che jj5 si troverebbe ora in Svizzera (val Poschiavo), http://www3.varesenews.it/insubria/articolo.php?id=146281
Dobbiamo preoccuparci?