"Non so bene perché, ma c'è qualcosa nell'orso che induce ad amarlo"
J. O. Curwood

martedì 21 agosto 2007

Bilancio economico del progetto LIFE Ursus

Ammontano a 221 mila euro i danni provocati dal 2000 ad oggi dagli orsi che hanno ripopolato i boschi del Trentino nell'ambito del progetto "Life Ursus", avviato dieci anni fa dal Parco Naturale Adamello Brenta e oggi gestito dalla Provincia autonoma di Trento. La somma comprende le spese di prevenzione ed indennizzo sostenute a seguito delle scorribande dei plantigradi.
E' tempo di bilanci dunque per l'orso trentino, a dieci anni dalla sua reintroduzione. Le cifre del progetto parlano di una spesa per ogni esemplare di oltre 121 mila euro. Per la prima parte del progetto, dal 1997 al 2000, con l'introduzione di dieci orsi dalla Slovenia, era stata preventivata una spesa di 527 mila euro, poi i costi reali sono arrivati a 818 mila euro.
Nella seconda parte del progetto, fino al 2004, i costi sono lievitati fino a poco più di un milione di euro. La voce maggiore di spesa è quella del personale: 586 mila euro. Ma gli orsi non costano solo in libertà: per Jurka, ridotta in cattività per la sua eccessiva esuberanza, il costo annuale previsto per il suo mantenimento è di 1.500 euro.
L'obiettivo primario del progetto era di consentire nel giro alcuni decenni la costituzione di una popolazione di 40-60 orsi adulti. Secondo una recente stima i plantigradi sarebbero una ventina, cuccioli compresi.

Fonte: ANSA

Vorrei precisare che il titolo originale dell'articolo era: ORSI DEL TRENTINO, 221 MILA EURO DI DANNI IN 7 ANNI. Vediamo un pò...221 mila euro in 7 anni...quindi sono circa 31500 euro all'anno che al mese diventano circa 2600 euro...CAVOLO! E' una somma irrisoria per una provincia! Ma dal titolo sembrava tutt'altro!
E poi quella spendacciona di Jurka..."Ma gli orsi non costano solo in libertà: per Jurka, ridotta in cattività per la sua eccessiva esuberanza, il costo annuale previsto per il suo mantenimento è di 1.500 euro." 1500 EURO ALL?ANNO!! Cioè 125 euro al mese!!! Io spero che ci sia un refuso e che i 1500 euro siano i costi mensili, altrimenti Jurka, a questo prezzo, l'adotto io! Aspettate, vado a controllare...non è un errore, ecco qui il testo originale dell'interrogazione n. 2295 del Presidente Dellai:
"Infine, premesso che gli aspetti connessi alla eventuale detenzione dell’orsa Jurka sono ancora in fase di definizione, si precisa che i costi relativi al mantenimento di eventuali animali provenienti dallo stato selvatico e ridotti in cattività in uno dei due centri attualmente presenti in provincia saranno sostanzialmente limitati ai costi per alimentarli (ca. 1.500,00 euro annui), essendo il personale e le strutture che li ospiteranno già operativi ed attrezzati per la gestione degli animali."
Ma veniamo alle spese del progetto LIFE Ursus:
Nell'articolo è riportato che i costi totali fino al termine del progetto sono stati di un milione e mezzo di euro, che divisi per i sette anni (non ho considerato un bilancio di 10 anni, cioè fino ad oggi, ma l'intero periodo del LIFE Ursus) di durata fanno circa 215 mila euro, che diventano mensilmente 18 mila, cioè quasi 900 euro al mese per ogni esemplare di orso. La spesa in questo caso non è poca, ma bisogna contare anche che circa 800 mila euro sono stati elargiti dalla Comunità Europea.
Cosa dire, i bilanci sono sempre utili, in questo caso poi fanno riflettere su quanto la tutela della natura sia ormai strettamente legata ad un ambito prettamente economico.
Sebbene la fauna protetta sia ormai una risorsa che rientra a pieno titolo in quei valori "naturali" di cui fanno parte anche la sfera turistica ed educativa, non credo che possa esserne stimato il suo valore economico semplicemente in base alle spese sostenute da questo o quell'organo amministrativo. Ridurre un animale, e nel nostro caso l'orso, ad un mero prezzo significa non aver capito l'incalcolabile ricchezza che questo rappresenta.

1 commento:

Sefora ha detto...

non sono molto ferrata in economia, ma una domanda sorge spontanea...ma il bilancio finale del progetto Life Ursus, non dovrebbe essere di altro tipo? voglio dire, dopo 10 anni io mi preoccuperei di fare un bilancio su quello che è stato il ripopolamento, poichè quello era lo scopo del progetto. Che senso ha parlare di soldi? La Provincia ha ricevuto 800 mila euro di fondi per il progetto e si sa che quei soldi sarebbero stati spesi per il progetto stesso, quindi non vedo perchè ci si stupisca così tanto da fare un articolo, che tra l'altro sembra dover rivelare cose che in realtà credo siano normalissime e sacrosante in un discorso del genere. Forse chi di dovere pensava di poter prendere i fondi e avanzarne un pò per i propri comodi? Ok non polemizziamo. Tuttavia concludo che se effettivamente le spese per sostenere il progetto sono quelle indicate nell'articolo, effettivamente mi sembrano poca cosa. Caro enzo per 1500 euro all'anno se vuoi Jurka possiamo adottarla insieme!!!!