"Non so bene perché, ma c'è qualcosa nell'orso che induce ad amarlo"
J. O. Curwood

martedì 27 aprile 2010

Live from Ortona dei Marsi: il blog dell’OrsoBruno cambia casa.

Oggi è il primo giorno della mia trasferta nel territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise. Da oggi e per un periodo di tempo non ancora ben definito il blog dell’OrsoBruno vi parlerà direttamente dalle terre abitate dal nostro orso bruno marsicano. L’accoglienza non poteva essere migliore: Franco e Mirco,  accompagnandomi, mi hanno mostrato la stalla di proprietà dei genitori di Franco, a poche decine di metri da casa mia, eccola:

27042010049

Notato nulla di strano?

Quella che sembra una rete poggiata al muro in realtà è una sorta di cancello, con cui si protegge la stalla dagli orsi. Non i fucili, non le tagliole, semplicemente protezioni per il bestiame. Logico e indolore. Qui si respira un aria speciale, forse ho già iniziato ad annusare i miei simili. E’ strano pensare , per me abituato a vivere al mare, che in questo stesso momento, a qualche chilometro da me, qualche orso marsicano sta camminando tranquillo e beato incurante della pioggia battente.

E questo, credo, è solo l’inizio…

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Sai una cosa? ultimamente mi capita quasi ogni notte di sognare un orso...non succedeva da tempo, è piacevole,anche se poi al risveglio resto strana per un paio di ore.
Stamattina mi sento un pò malinconica, ho letto il tuo post e su una cosa hai perfettamente ragione: è strano pensare che a pochi chilometri da casa mia ci sia un "orso bruno" che impara a conoscere e a muoversi tra i miei bellissimi boschi marsicani. A volte mi piacerebbe poter seguire le sue tracce e vedere ciò che lui vede, ascoltare ciò che lui ascolta, odorare i suoi stessi profumi,accarezzarne il pelo, (anche se non più completamente nero nero :p )...ma non si può, gli orsi sono animali che non riuscirò mai a capire...loro amano stare soli e di certo troverebbero una compagna più appropriata per correre nei boschi! Però sarebbe magico.
Un orso e una donna potrebbero camminare insieme solo nel mondo delle favole, vero Enzo?

Auguri per questa tua avventura...sono sicura che ti darà tanta soddisfazione, ti auguro che le tracce dei tuoi orsi ti portino verso un futuro radioso.
In bocca al lupo!(povero lupo)

(Turu)

Anonimo ha detto...

Quindi ti sei trasferito in montagna? ottimo :)
Oh va che prima o poi io e Claudio ti aspettiamo in Trentino ;)

Misty

Anonimo ha detto...

A proposito di orsi a pochi chilometri, dalla casa dove abito ora con il lungo che mi ha prestato un amico (Max che scrive ogni tanto qui..) teoricamente potrei vedere qualche orso che bazzica sulla montagna che mi sta di fronte... in teoria però :P

Misty

knitting bear ha detto...

Magnifico, una mia amica ha fotografato un orso che girava lungo il confine del suo giardino... e io ne ho visto uno sulla montagna di fronte. Ti auguro incontri ursini!

Anonimo ha detto...

Enzo....allora qualche notizia dalla valle del Giovenco ? Ci sono segni di orsi a spasso ...o meglio ancora qualche avvistamento ??

Ciao
Stefano

OrsoBruno ha detto...

Ciao Stefano
i nostri amici ci sono e si fanno vedere frequentemente (tranne da me!).
Questa mattina alle 6.00 ero già fuori dal letto perché me ne avevano segnalato uno fra Ortona e San Sebastiano, ma una volta arrivato lì non l'ho trovato, forse era già andato via. Andrà meglio la prossima volta! :D

Anonimo ha detto...

....non ti arrendere ...keep trying !!

Stefano