"Non so bene perché, ma c'è qualcosa nell'orso che induce ad amarlo"
J. O. Curwood

lunedì 25 giugno 2007

Pelle d'oca

Ero tutto preso dalla ricerca di un pò di materiale per un nuovo post riguardante gli attacchi verso l'uomo da parte degli orsi e incappo in un sito che fa letteralmente rabbrividire, potrei dire che è la nemesi del mio blog.
Il titolo del sito è: BEAR HUNTING MAGAZINE: the bear hunting AUTHORITY!
Il sito si presenta come il miglior punto di riferimento per la caccia all'orso, con tanto di consigli, news, articoli, galleria di foto e soprattutto luoghi in cui poter andare felicemente ad impallinare i nostri amici orsi.
Comincio a visitare il sito e mi imbatto immediatamente nella galleria con i trofei di caccia. Tralascio ogni singolo commento che mi passa nella mente alla vista di queste foto e vi rendo partecipi dell'orrore che ho nel cuore mostrandovele in questa sede:


Penso che possano bastare.

Ce ne sono decine e decine di foto simili e non si può rimanere impassibili alla loro vista.
Passo nella sezione articoli. I titoli delle "opere" sono molto fantasiosi come ad esempio "L'orso che non voleva morire" o "Leggere i segni del grande orso" e trattano di tecniche e consigli per migliorare la propria abilità venatoria.
Per non parlare poi dei prodotti consigliati ai cacciatori. Pensate alla vigliaccheria di questi uomini: sapendo che gli orsi hanno un olfatto talmente acuto da poter individuare (e quini evitare) un uomo anche a grandissima di stanza, utilizzano degli spray il cui odore attira l'animale che ignaro delle conseguenze cade nella mortale trappola.
Per non parlare poi dei links ai siti di aziende produttrici di archi, frecce, fucili, proiettili e trappole, ma anche DVD, magazines, tour operators e tutto ciò di cui un provetto cacciatore di orsi può aver bisogno.

Peccato che non vendano anche la dignità.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Auguro loro la stessa sorte.

Anonimo ha detto...

Sorry mi son dimenticato la firma del messaggio qui sopra..

Claudio

Anonimo ha detto...

Odio.

Misty

nat ha detto...

Ecco- l'internet è arrivato anche nelle mani degli "uomini" di Neanderthal.
Ma possibile che tutto QUESTO è ancora legale ??!!!!!!

PS.C'è qualche hacker - animalista tra gli amici dei bloggers ?